Diocesi di Rimini

Menu di servizio


Navigazione


Primo piano

Ha liberato la nostra libertà

2014apr21

Il sacrificio di Cristo come liberazioneOmelia del vescovo nella Messa del Giorno di Pasqua.  Noi umani siamo fatti così: siamo fatti di carne e sangue, ma non possiamo vivere solo di aria e di pane, di sonno e di sforzi, di fughe e rincorse. Continua »

Se Cristo non fosse risorto

Omelia del Vescovo nella Veglia pasquale Gesù è risorto! Questa è la notizia più straordinaria e sorprendente di tutti i tempi. Gesù è vivo, è realmente, personalmente, integralmente vivo. Continua »

Si è offerto in espiazione

Il sacrificio di Cristo come purificazioneOmelia del Vescovo nell'azione liturgica del venerdì santoIl nostro vocabolario cristiano - biblico, liturgico, ascetico - contiene non poche parole sulle quali si è depositata una spessa patina di equivoci e di dolorose incomprensioni. Continua »

Prese il pane e rese grazie

Il sacrificio di Cristo come "benedizione"Omelia tenuta dal Vescovo durante la celebrazione "in coena Domini" 1. Gerusalemme, una sera dei primi di aprile dell'anno 30. Continua »

La gioia di essere cristiani e preti

Omelia del Vescovo nel corso della Messa Crismale E’ festa. Oggi è la festa regale del nostro sacerdozio battesimale, carissimi fratelli e sorelle, qui convocati in segno della comune dignità di popolo fatto tutto di re, di profeti e sacerdoti, "stirpe eletta, nazione santa, popolo scelto da Dio per annunciare le sue meraviglie" (1Pt 2,9). Continua »

Causa di Beatificazione di don Oreste Benzi

Il Vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, mercoledì 16 aprile, alle ore 12, di fronte ai sacerdoti della Diocesi di Rimini riuniti in presbiterio presso il Seminario Vescovile “don O. Benzi”, ha annunciato di aver firmato il Decreto per l’introduzione della Causa di Beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio sacerdote don Oreste Benzi Continua »

Un amore scandaloso fino alla follia

Omelia del Vescovo per la Domenica delle Palme. Orrore, sconcerto, stupore: sono le emozioni registrate ai piedi della croce, ma anche provate a qualche decina d'anni dai fatti, come testimonia san Paolo, a Corinto e in ogni città e borgata dell'impero dove si predicava il vangelo del Messia crocefisso. Continua »