Diocesi di Rimini

Menu di servizio


Navigazione


Primo piano

L’Immacolata secondo Don Oreste

2018dic12

Omelia del Vescovo per la Solennità dell'Immacolata. Premetto che la scintilla dell’ispirazione per questa omelia mi è scoccata in cuore nel rileggere due omelie del ‘Don’: una tenuta il 7 dicembre 1985, e una seconda, durante il pellegrinaggio dell’APGXXIII a Lourdes nel settembre 2006. Continua »

Ma dove stiamo andando?

Un germoglio di ‘perfetta letizia’. Omelia per la memoria della beata Maria Rosa Pellesi. Più in là. Sempre più in là. Permettetemi di introdurmi con una citazione di Eugenio Montale: “Sotto l’azzurro fitto del cielo / qualche uccello di mare se ne va / né sosta mai. / Perché tutte le cose portano scritto: / Più in là”. Continua »

Dio vuole l’amore, non il dolore

Omelia per la Messa esequiale in memoria di Mila. Avvertiamo un penoso smarrimento del cuore e siamo sempre impauriti e sgomenti, quando le circostanze della vita ci costringono a misurarci con lo scandalo della sofferenza innocente. Più che di tante parole, ora ci sarebbe un gran bisogno di tacere e adorare. Adorare, nel senso di aderire al Mistero. Per questo, più che esternare pensieri e riversare parole, vorrei essere un umile, fedele portavoce. Continua »

Cristo Re-Servo

Di un popolo di re-servi, non di sudditi-schiavi. Omelia del Vescovo per il conferimento dei ministeri. Pilato e Gesù: due storie, due strade, due strategie del tutto diverse. Di più: due sistemi, due mondi, due universi, in tutto e per tutto irriducibilmente contrapposti. Ponzio Pilato è l'uomo del potere. Rappresenta la massima autorità in terra di Giudea. Continua »

La grammatica della carità

Omelia del Vescovo per la festa di san Martino. Dal vangelo secondo Matteo”: è la formula di rito usata dal diacono per incominciare la lettura del brano evangelico, appena proclamato. Ma si sarebbe potuto benissimo iniziare con una formula analoga: “Dal vangelo secondo Martino”. Continua »

Vergini consacrate: donne innamorate e felici

Omelia del Vescovo per la consacrazione nell’Ordo Virginum di Gennj Fabbrucci. A chi comincia a sfogliare i vangeli non può sfuggire un dato inoppugnabile e sorprendente: la prima parola rivolta da Gesù alle folle è un grido a gola spiegata: “Beati! Beati! Beati!”. Continua »

Diaconi: servi in-utili?

Omelia per l’ordinazione diaconale di Massimo Renzi e Claudio Giani. Chi è il diacono? Un personaggio che compare nelle celebrazioni liturgiche, vestito del suo bianco camice e di una stola portata trasversalmente? Uno che, poi, fuori di chiesa – nella maggioranza dei casi – si mostra accompagnato da moglie e figli? Continua »