Menu di servizio


Navigazione


Vieni, Spirito Santo, vieni!

2012mag28

Vieni, Spirito Santo, vieni!

     Vieni, Spirito Santo:
tu sei il vento della Libertà.
Riconosciamo il dono grande che Gesù ci ha fatto:
vivere da figli scelti e amati dal Padre,
non da schiavi, né da orfani abbandonati.
Ma quante volte le ombre della paura e della tristezza
minacciano questo dono, dentro e fuori di noi!
Eppure nella risurrezione del Crocifisso
ci hai svelato il segreto della vera libertà:
una fiducia senza riserve e senza ricatti
nell’amore tenero e gratuito del Padre.
Ma se questa verità si annebbia,
la nostra libertà si aggroviglia.
Vieni, santo Soffio di Dio,
per l’incrollabile fede di Maria,
vieni, e la terra ti sorriderà.

Vieni, Spirito Santo:
tu sei il fuoco dell’Amore.
Le tante cose belle che crei nell’universo
non le tieni per te, ma le doni a tutti noi.
Nella vicenda di Gesù di Nazaret
ci apri la via che porta alla vita.
E la via è questa: non vivere da egoisti
chiusi e ripiegati su noi stessi,
ma come Gesù aperti al Padre e ai fratelli,
soprattutto ai poveri e agli esclusi.
Nella Chiesa ci raduni in comunione
per farci artefici di fraternità e di pace.
Ma se il tuo fuoco non ci riscalda,
la nostra carità si raffredda.
Vieni, Fiamma d’amore dolce e tenace,
per l’umile obbedienza di Maria,
vieni, e il nostro cuore arderà.

Vieni, Spirito Santo:
tu sei l’acqua della Vita.
Dal mare senza fondo e senza sponde
dell’onnipotente e misericordiosa Trinità,
dal petto squarciato del Trafitto risorto,
discendi, incontenibile fiume di pietà:
lava sporcizie, cancella brutture,
trascina inerzie, irriga indifferenze,
disseta solitudini e brucianti amarezze.
Perché se la tua grazia non ci ricrea,
la nostra umanità non si rinnova.
Vieni, Fonte di bellezza e di bontà,
vieni, seme di perfetta letizia,
per la materna tenerezza di Maria,
vieni, e ogni deserto fiorirà.

+ Francesco, Vescovo

(28 maggio 2012)