Menu di servizio


Navigazione


Newsletter settimanale – 22 febbraio 2021

2021feb22

Testata Newsletter 11. Proposte quaresimali
a.
Sussidio liturgico-pastorale della CEI per la Quaresima e la Pasqua “Cristo, mia speranza, è risorto“.  Offre meditazioni, schede per la preghiera settimanale nelle famiglie e per celebrazioni comunitarie. (vedi link)
b.  Micro realizzazioni di Quaresima
– di Missio: per la missione diocesana in Albania, per l’ospedale di Mutoko, la missione di Padre Masini e il Centro S. Martin de Porres in Venezuela (vedi allegato)
– di Caritas Diocesana. La Caritas diocesana propone alle comunità parrocchiali ed ecclesiali alcune “micro-realizzazioni” per il tempo quaresimale: sostegno alla “Locanda 3 Angeli”; nascita di due nuove “mense”; raccolta e distribuzione di generi alimentari; sostegno ai migranti della Bosnia. Per ulteriori informazione vedi allegato.
c. “Shemá Israel” breve rubrica quotidiana del nostro Vescovo su Credo: ogni giorno alle 20.35 su Icaro TV
d. Iniziative di spiritualità e formazione della Pastorale universitaria rivolte a giovani universitari e non solo (vedi allegato)
e.  Proposta del Punto Giovane su “Pregaudio“: in cammino verso la Pasqua realizzando il “giardino della speranza”. (vedi allegato)

2.  Situazione di salute dei preti
Don Luca Torsani e don Ugo Moncada
sono ancora in quarantena ma senza particolari sintomi, in attesa di tampone di verifica.
Don Piergiorgio Farina, parroco di S. Lucia di Savignano, è risultato positivo con alcuni sintomi seri ed è in quarantena rigorosa. La situazione è in via di miglioramento.
Don Alessandro Zavattini
, parroco in solido di Savignano, è anch’esso in quarantena ma senza sintomi.
Affidiamo al Signore questi nostri fratelli e le loro comunità perché sperimentino la Sua vicinanza e consolazione.

3. Osservanza più rigorosa delle regole anti-covid
La situazione di perdurante pandemia covid-19 anche sul nostro territorio, che ci ha riportati al colore “arancione”, impegna noi preti e le nostre Comunità ecclesiali a rispettare con maggiore rigorosità le precauzioni sanitarie indicate anche dalla CEI.
Anche noi preti rischiamo di andare “in ordine sparso”, ciascuno ritenendo di far bene come fa. Capisco che il protrarsi della situazione di emergenza può portare ad allentare o trascurare alcune regole basilari, ma la possibilità che abbiamo di celebrare in chiesa e di utilizzare gli spazi parrocchiali deve spingerci ad una maggiore responsabilità.Per le celebrazioni liturgiche, in particolare, richiamo: la igienizzazione delle mani all’ingresso e delle panche e a seguito della celebrazione; la mascherina da indossare per tutta la celebrazione (e direi anche da parte del prete che presiede, specie se ha accanto altri ministri e ministranti); la distanziazione tra le persone (almeno 1 metro di lato e davanti) nelle panche e nella eventuale processione per la comunione; il rispetto del numero di capienza della chiesa e il non assembramento all’uscita dalla messa; il sanificarsi le mani prima della distribuzione della comunione da dare solo sulle mani; portare a casa il foglietto della messa utilizzato in chiesa..
Per il catechismo e le altre attività formative è necessario garantire mascherine sempre indossate, distanze di sicurezza negli spazi parrocchiali (in relazione all’ampiezza del locale), sanificazione e areazione degli ambienti e preferibilmente (specie coi giovani e adulti) fare incontri su piattaforma on line, in streaming o all’aperto.

3. Disposizioni per la Settimana Santa
La Congregazione per il Culto divino e i Sacramenti ha pubblicato una breve Nota in merito alle celebrazioni della Settimana Santa, riprendendo sostanzialmente le indicazioni dello scorso anno. Allego il testo.A livello diocesano tra qualche tempo, alla luce della situazione pandemica, daremo qualche indicazione più specifica.

5. “Giovani tra grido e vocazione” – venerdì 5 Marzo
Gli uffici diocesani della Pastorale scolastica, Pastorale giovanile e vocazionale e Pastorale familiare, promuovono per venerdì 5 marzo dalle 20,40 alle 22,10 un incontro dal titolo “Giovani tra grido e vocazione”.
Avrà la forma di un dialogo di circa un’ora tra don Rossano Sala, salesiano, già segretario speciale del Sinodo dei vescovi sui giovani del 2018, e un gruppo di quattro tra ragazzi e ragazze che porranno domande sulla loro esperienza di questo tempo, sulle esigenze e sui disagi che emergono, sulle prospettive del loro futuro. Nell’ultima mezz’ora si aprirà la possibilità di interventi da casa per porre ulteriori domande e osservazioni (WhatsApp 3377511336).
L’incontro si svolgerà tramite Icaro Tv e una piattaforma social (www.icaroplay.it e canale Youtube).
L’incontro è rivolto a educatori, insegnanti e genitori e naturalmente è aperto a studenti e giovani. A ciascuno di noi il compito di diffondere nei nostri ambienti l’avviso dell’iniziativa e di invitare amici e colleghi.
Si allega la locandina dell’evento.

6.  Trascrizione della relazione della teologa Serena Noceti
Ci è giunta una trascrizione esatta da registrazione della relazione di Serena Noceti. Se può essere utile a qualcuno la allego.

Calendario diocesano
Pur nella modalità prevalentemente “a distanza”, continuano diverse iniziative e occasioni formative a livello diocesano.
Venerdì 26 febbraio ore 17,30, su piattaforma zoom: Uffici Pastorali e Consulta Aggregazioni laicali
Domenica 28 febbraio ore 15
on line: incontro per candidati ai ministeri laicali 
Venerdì 5 marzo ore 20,40
su Icaro Tv e on line: incontro “Giovani tra grido e vocazione” con don Rossano Sala
Sabato 6 marzo ore 9,30-12
su piattaforma zoom: Assemblea di presbiterio coi diaconi, con mons. Erio Castellucci 
Sabato 13 marzo ore 9,30-12
su piattaforma zoom: Consiglio Pastorale Diocesano
Venerdì 19 marzo ore 10
San Raffaele: celebrazione delle Esequie di Lino Tonti

Il vicario generale
Don Maurizio Fabbri

(22 febbraio 2021)