Menu di servizio


Navigazione


Omelie

Questo è l’elenco in ordine cronologico delle omelie pubblicate del Vescovo di Rimini, Mons. Francesco Lambiasi

Sui passi del Pellegrino

2012ott4

Omelia tenuta dal Vescovo nel corso della santa eucaristia per il 50° di Comunione e Liberazione in Diocesi. Il pellegrinaggio come metafora della vita, come figura plastica dell’esistenza cristiana. Il pellegrinaggio come emblema eloquente di una sequela evangelica, radicale, fedele, appassionata.

Né fondamentalismo né relativismo

2012ott1

La fede va proposta, non imposta

Omelia tenuta dal Vescovo nel corso della celebrazione eucaristica, al termine del Festival Francescano

1. Intolleranza zero. La Chiesa di Gesù di Nazaret non è una setta arcigna e scontrosa né una intransigente, preclusa casta elitaria.

Anche Dio ha sete

2012set24

Omelia tenuta dal Vescovo per la solennità della dedicazione della Cattedrale e per l’ammissione agli ordini sacri di Filippo Rosetti ed Eugenio Savino.
Anche Dio ha sete. “Ha sete che si abbia sete di lui”. Dio è amore e, se il sole non può fare a meno di risplendere, se il fuoco non può fare a meno di ardere, forse che Dio Amore potrà fare a meno di amare e di bramare di essere riamato? Niente affatto.

Mendicanti affamati di Infinito

2012ago20

Omelia tenuta dal Vescovo in occasione della Messa per l’apertura del Meeting – Rimini, 20 agosto 2012

           Siamo mendicanti. Nella Pentecoste 1998 Don Giussani in una piazza san Pietro stracolma di fedeli di tutti i vari movimenti ecclesiali, affermava: “Il vero protagonista della storia è il mendicante: Cristo mendicante del cuore dell’uomo e il cuore dell’uomo mendicante di Cristo”.

Eucaristia, bene comune per la Città

2012giu7

Omelia tenuta dal Vescovo al termine della processione del Corpus Domini - Rimini, Arco di Augusto, 7 giugno 2012   

Davanti all’eucaristia proviamo immancabilmente stupore e tremore. Nel grande sacramento la realtà divina si affaccia al nostro ristretto orizzonte come “mistero tremendo e affascinante”: tremendo, per la sua incontenibile potenza; affascinante, per la sua sconfinata misericordia.

Vento di libertà e fuoco di carità

2012mag28

Lo Spirito Santo, anima della Chiesa

Catechesi tenuta dal vescovo nel corso della Veglia Diocesana di Pentecoste

Rimini, Piazza Cavour, 26 maggio 20012

Contemplando il bel Pastore

2012mag2

Nel suo gregge non veniamo né spersonalizzati né deresponsabilizzati
Omelia tenuta dal Vescovo nel corso della santa Eucaristia della IV Domenica di Pasqua (Anno B), celebrata alla Convocazione del Rinnovamento nello Spirito

Perché cercate tra i morti colui che è vivo?

2012apr9

Omelia tenuta dal Vescovo nella Messa del giorno di Pasqua. 

         Tutto era miseramente finito quel 14 di nisan a Gerusalemme sul Calvario all’ora nona, quando il Crocifisso “dando un forte grido, spirò”. Lo mettono concordemente in evidenza le testimonianze di Matteo, di Marco e di Luca: il nostro Salvatore era morto così. Tutto finito?

E’ risorto per farci risorgere

2012apr9

Omelia tenuta dal Vescovo nel corso della Veglia Pasquale.     

Cristo è risorto. Non c’è notizia più interessante, più attuale, più importante e decisiva di questa.

Tutti amati fino all’estremo

2012apr7

Omelia tenuta dal Vescovo nel corso dell’azione liturgica del Venerdì Santo.

Soffermiamoci qualche istante, fratelli e sorelle, per ascoltare l’invito che il Crocifisso ci rivolge dall’alto del patibolo: “O voi che passate per via, alzate lo sguardo e vedete se c’è un dolore grande come il mio” (Lam 1,12).

Pagina 2 di 3123